trekking campelli, p.1

trekking campelli, p.1
domenica 5 agosto 2018, ai piani di bobbio.. al ritorno abbiamo fatto qualche foto..

sui sentieri non c’era nessuno, e insistendo un po’ l’ho convinta a proseguire seminuda: senza niente addosso non voleva, e allora ha messo il reggiseno come minigonna 🙂

(la stessa immagine è qui, https://thecuckold.com/lang-it/dettaglio_p_f.php?imm=8293261 )

eravamo qui, https://opentopomap.org/#map=17/45.96070/9.50575 , in discesa dalla bocchetta dei mughi

intorno ai 1500 è arrivato un temporale, lo sentivamo da un po’,

e lei ha messo un kway leggero con cappuccio.. che cmq le lasciava sempre scoperte le chiappe.. avevamo accelerato un po’, e non ci siamo accorti che c’erano 2 tizi che erano appena scesi da una falesia lì di fianco al sentiero: o meglio, io li ho visti, ma lei no, e non le ho detto niente 🙂

stavano scendendo in fretta, e ci hanno raggiunti nel giro di 5 minuti.. io ero sempre dietro di lei di un bel pezzo, e ho rallentato ancora, x farli passare e fargli godere lo spettacolo.. 🙂

i 2 infatti, quando hanno capito che c’era qualcosa di strano, hanno rallentato anche loro.. si sono guardati un po’, uno mi ha dato un’occhiata interrogativa, ma io facevo finta di niente.. gli ho risposto solo con un sorriso accondiscendente x fargli capire che x me non c’era problema… erano giovani, sui 30 anni, con un bel fisico, in pantaloncini corti e canottiera, muscolosi..

abbiamo proseguito così x qualche minuto, loro le stavano dietro a qualche metro, e io invece più lontano da loro, a una decina di metri

nonostante lo zaino, il culo le si vedeva bene.. camminando, il reggiseno-minigonna le era risalito sui fianchi, e da dietro non sembrava neanche che ce l’avesse; dal davanti non l’avevo ancora vista .. ma me l’immaginavo!

poco prima di arrivare agli impianti, il sentiero fa dei brevi tratti in leggera salita.. e i 2 le si sono avvicinati ancora di più: lei ha fatto un paio di passi ripidi, era più in alto di noi, e anch’io che ero più lontano le ho visto indubbiamente la figa.. mi è venuto un bel colpo allo stomaco!

a questo punto i 2 hanno commentato tra di loro.. lei deve averli sentiti, e si è girata.. ma ancora pensando che ci fossi io, dietro di lei: infatti ha detto “cosa..? non ho capito..” e poi è rimasta a bocca aperta.. e figa in bella vista! ha fatto “oh!!” e si è coperta subito con le mani, tirando giù, sul davanti, la minigonna-reggiseno … mentre uno dei 2 le ha risposto ridendo “no niente.. le stavamo facendo i complimenti….!” lei era senza parole, ha cercato di giustificarsi, è diventata tutta rossa.. poi ha guardato verso di me incazzata “..scusatemi!.. stavamo facendo delle foto…!”

i 2 hanno fatto a gara a risponderle che non c’era problema, ci mancherebbe, fosse sempre così, era stato un vero piacere, ecc. ecc.

lei si è rilassata un po’, e i 2 vedendo anche che io rimanevo lontano hanno proseguito a farle complimenti.. “una vera bellezza!.. vorrei essere io al posto di suo marito a farle le foto!.. spettacolare!.. ”

il più spigliato dei 2 le ha detto allegramente “la stavamo ammirando da un po’!..” e le è girato intorno x guardarle di nuovo le chiappe…

lei, impacciata x l’imbarazzo, ha spostato di s**tto una mano dietro x coprirsi, ma con il bastoncino da trekking ha dato un colpo all’altro, che si è fatto male, lei si è scusata, il bastoncino le è caduto, e si è chinata a 90 x raccoglierlo.. x la gioia dei 2..

le hanno di nuovo guardato x bene il culo, dando poi un’occhiata a me.. io mi ero seduto lontano, fingendo di allacciarmi una scarpa

col bastoncino aveva graffiato la gamba del tizio, era preoccupata di avergli fatto male, “oddio scusami!… che idiota che sono..”, ma ora aveva rinunciato a coprirsi.. lui la rassicurava “ma nò!.. non è niente, non preoccuparti!”.. (e intanto erano già passati al tu!)

lei gli si è avvicinato x guardare il graffio.. mentre lui le guardava tra le gambe!.. e l’altro dietro le ammirava ancora il culo, ridacchiando..

intanto aveva smesso di piovere ed era rispuntato il sole, con l’umidità faceva ancora più caldo, lei si è tolta il cappuccio e ha abbassato la cerniera del kway.. allora mi è sorto il dubbio che fosse “passata all’attacco”! ho pensato, ma non si ricorda che sotto non ha niente!?..

e ho deciso che era il momento di andare a presentarmi..

lei intanto aveva preso dallo zaino un fazzoletto di carta e si era di nuovo chinata, x pulire la ferita al tipo, che in effetti sanguinava un po’.. mentre lui le ripeteva “ma no, fa’ niente..”

l’altro (quello più spigliato, con cui prima avevo scambiato l’occhiata di intesa) vedendomi arrivare aveva sorriso e fatto un gesto con le braccia come x dire “scusa se guardo… ma non posso evitarlo!…”, e anch’io gli ho risposto a gesti sorridendo “va be’…. non importa, fai pure! ”

mi sono avvicinato e ho potuto valutare meglio il punto di vista dei 2.. il lato b era a nudo, mentre davanti era meno scoperta di quanto pensavo: sotto la mini-reggiseno troppo corta le spuntavano appena le labbra della figa, ma forse lei era davvero convinta di non mostrare niente.. intanto però, aprendo un po’ il kway, ora che era chinata in avanti le si vedevano anche le tette nude e penzolanti!

il tizio spigliato intanto stava armeggiando col cellulare, e ho immaginato che le stessa facendo delle foto…

quando sono arrivato lì lei mi ha guardato un attimo e ha detto minacciosa a bassa voce “dopo con te facciamo i conti..!”, poi si è chinata sulle ginocchia.. ma anche tenendo le gambe strette, ora le si vedeva bene il pelo della figa: sembrava quasi una ricompensa al tizio ferito, che aveva la visuale migliore.. ero ancora in dubbio se ora stesse giocando di proposito o se non si rendeva conto..

ha detto ancora al tipo “scusa.. come potrei rimediare?!” .. e stando in quella posizione, inginocchiata davanti a lui, dev’essere venuta in mente a tutti la stessa risposta: con un pompino!? 🙂

sul taglio non c’era nientaltro da pulire, e infatti poco dopo lei si era rialzata.. scostando nel mentre x un attimo le gambe, e facendoci strabuzzare gli occhi a tutti e 3..

la situazione rimaneva in bilico tra l’imprevisto o inconveniente, e il gioco consapevole… soprattutto perché nessuno capiva lei cos’avesse in mente! (ma poi mi aveva confermato che era proprio questo che le piaceva..)

il tizio cmq le aveva risposto in modo perfetto: “accompagnandoci fino alla funivia!”, restando così nell’ambito di uno scherzo ragionevole, ma trovando anche il modo x prolungare il gioco… in effetti, la richiesta di accompagnarli, comprendeva implicitamente di farlo così com’era (s)vestita!

lei gli aveva risposto “ah ok!… certo, mi pare il minimo!..” (e anche questo mi era sembrato un doppio senso)

aveva ricominciato a piovigginare, e i tuoni si avvicinavano, l’amico spigliato ha detto “allora andiamo?!”, contento di poterle guardare ancora il culo..

lei e il ferito si sono avviati avanti chiacchierando, con lei che ancora si scusava, e lui che le raccontava invece dell’arrampicata.. l’amico dietro di loro, e io in coda..

speravo poi di poter parlare chiaramente almeno con uno dei 2, x rimanere in contatto, e combinare qualcosa in futuro.. ma purtroppo erano troppo imbarazzati x parlarne seriamente, e poi a tratti aveva cominciato a piovere forte, si era anche fatto tardi rispetto all’orario dell’ultima cabinovia.. non c’era stato tempo, e con il tizio spigliato ero riuscito solo a confermargli chiaramente che a me faceva piacere mostrare lei così.. seminuda: non mi era sembrato però che fossero a conoscenza di fantasie cuckold..

intanto cmq ci eravamo fatti tutto il pratone sotto i piloni della seggiovia, fino alla chiesetta, senza incontrare nessuno.. e con lei più o meno consapevolmente a chiappe nude!

..

Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak. Gerekli alanlar * ile işaretlenmişlerdir