Incontro footfetish

Incontro footfetish
È la prima volta che scrivo qui, ma voglio raccontarvi cosa è successo a Giugno di questa estate 2017.
Ma partiamo dall’inizio.
Tempo fa mi sono iscritto a Two, un sito di incontri stile Baboo. Li ho conosciuto diverse ragazze e con qualcuna ci sono pure uscito.
Il bello era che molte volte prendevano loro l’iniziativa di contattarti e fra queste volte ho conosciuto LEI.
Si chiama G. ha 30 anni, robusta con un bel seno e da alcune foto posso dire dei bei piedi, caviglia fine e usa anche dei sandaletti con tacco fine non molto alti.
Con questa ragazza inizia un messaggiarsi via chat, poi ci scambiamo il numero di cellulare ed inizia a mandare messaggi . E’ simpatica, sa scherzare e mi chiede di incontrarci; purtroppo non riusciamo mai ad organizzare. Finisce così che non ci sentiamo per un po’, io inizio una storia con un’altra che però va male e così per magia martedì eccola che rispunta.
Iniziamo a chattare, mi richiede di vederci e io le dico che domenica pomeriggo forse riusciamo a combinare, lei ci sta e iniziamo a parlare del più e del meno, del cattivo tempo di questi giorni e del fatto che poi il caldo scoppierà tutto in una volta con giornate afose. Io per buttarla sul ridere gli dico che per combattere l’afa dovremmo farci bagni di ghiaccio a cubetti e lei mi risponde che esistono molti altre soluzioni, anche simpatiche. Gli chiedo di spiegarmeli meglio questi modi e lei mi dice che se voglio spiegazioni è meglio che domenica ci vediamo e mi spiegherà tutto.
Io prendo la palla al balzo e rincaro la dose. Gli dico: “ ok allora domenica ci vediamo, ci prendiamo qualcosa al bar insieme e poi ci mettiamo a chiacchierare così mi spieghi per bene questa discussione e se vuoi nel frattempo ti faccio un massaggio ai piedi”
Lei molto normalmente mi risponde “ che bello , pure i massaggi sai fare. Ok ci sto!”
Quasi non ci credevo. Da li prendiamo tutto un discorso scherzoso su quest’incontro e anche sui piedi. Mi dice che per il massaggio sarà difficoltoso perché soffre tantissimo il solletico ai piedi e che se non voglio prendermi qualche pedata dovrò stare attento.
Io la tranquillizzo dicendo che sarò delicato, sarà un massaggio e non le farò il solletico.
Continuiamo a parlare, prendiamo accordi per domenica, sul dove vederci ecc… Dopo di che mi dice che è stanca e và a letto ma che se vogliamo a continuare a parlare possiamo mandarci degli sms. Accetto, così mi metto a letto anche io.
Nel mentre mi arriva un sms suo in cui mi dice “ Stavo aspettando “. Io da bravo ometto gli rispondo “ che stai aspettando?? Che vengo li a farti il solletico??ti sei già messa a letto??”
La sua risposta non tarda ad arrivare : “ Si si, che fai vieni??”
A questo punto decido di giocarmela tutta, nonostante avessi già ottenuto un buon risultato.
Per comodità proseguo a scrivere in prima persona e per discorso diretto il racconto.
Io – “ Si dai vengo… Lo vuoi fatto solo ai piedi il solletico?? Te lo faccio con le mani o con la lingua?”
G. –“ Lingua grazie, lo preferisco “
Io – “ Ok, vengo a leccarti i piedi allora Lecco finché no ti addormenti”
G. –“ Guarda che se lecchi bene non mi addormento facilmente, specie se la cosa mi piace. Cmq saprò ricambiare il favore “
Io – “ Ma tu stai dormendo nuda?? Se vuoi oltre ai piedi ti lecco anche altro Ok, domenica massaggio e poi ti lecco i piedi.”
G. – “ Quasi nuda. Se ti và!!!! A me non dispiace”
Io – “ Ok iniziamo con i piedi e poi saliamo…. Tu usi smalto sulle unghie?”
G. – “Ancora no, ma in estate mi piace. Perché?”
Io – “ Bene. Che colore usi? In caso domenica lo metti anche solo sui piedi?”
G. – “ Fucsia. Ti piace?”
Io – “ Va benissimo ok ”
G. – “ Ok affare fatto. Non vedo l’ora. Ops…si sono inumidite le mutandine, che vorrà dire? ”
Io – “ Che ti sei eccitata , ti piace l’idea di avere ai tuoi piedi un uomo che ti massaggia e lecca i piedi. E’ normle tranquilla”
G. – “ Ok se lo dici tu! Io sto crollando dal sonno. Buonanotte e sogni d’oro”
Io – “ Buona notte a te e tanti baci sui tuoi piedi “
G. – “ Per te un bel bacio sulla terza gamba Notte!”
Prendo sonno con qualche difficoltà, pensando a domenica e a cosa sarebbe successo.
Il giorno dopo G. mi manda un messaggio e mi dice che domenica purtroppo non possiamo incontrarci perché ha degli impegni con parenti a casa sua e non sa quando si può liberare.
Mi cade il mondo addosso…sono disilluso. Le rispondo che va bhè pazienza faremo un’altra volta.
Lei prontamente mi scrive “ Stasera sei libero?”
Le rispondo ancora più velocemente : “ Certo che sono libero. Doimmi dove, come e a che ora”.
La sera stessa ci siamo visti ai caselli dell’autostrada ( abitiamo in due paesi differenti).
Ci siamo visti e subito siamo andati a cercare un posto in macchina tranquillo.
Appena trovato si è tolta gli stivaletti estivi che indossava e mi ha appoggiato tutte e due i piedi ulle mie gambe. Ho iniziato un massaggio delicato prima ad un piede e poi ad un’altro…ha due 41 morbidi con una callosità solo sotto l’attaccatura delel dita, dita abbastanza lunghe e smaltate per l’occasione.
Il masaggio continua per un pò..lei si rilassa e nel mentre parliamo….quando passo l secondo piede inizia un pò a soffrire il solletico, tanto che mi devo pure fermare più volte aspettando che si calmasse.
Dopo vari tentativi tutti finiti con u’interruzione decido di darle dei baci sul dorso de lpiede..lei li accetta di buon grado..si è tranquillizzata di nuovo e mi dice : ” Ma non li dovevi pure leccare???”
Non me lo faccio dire due volte, inizio a leccare tutta la pianta , il calletto e fra le dita , tra un ridolino e un sogghigno suo….cotinuiamo così per un pò…..finchè non si è stancata. Dopo di che mi dice ” ora preparati per il tuo regalo” e mi inizia a sbottonare i pantaloni, io l’aiuto e lo tiro fuori….gli chiedo se per un pò o stringe tra i piedi e lei non se lo fà dire due volte. Prim lo struscia e lo schiaccia un pò con il tallone, poi lo afferra con le dita di entrambe i piedi. Dopo 2 minuti di queto trattamento toglie i piedi, si sistema e inizia a farmi un gran pompino, leccando tutta l’asta e ingoiando per bene tutto l’uccello.
Continuiamo così finche non vengo…ovviamente non vuole in bocca e così quando sto per venire glielo dico. Lei prontamente si alza e mi porge i piedi, e mi fà ” Vieni qui sopra visto che ti piacciono tanto” e così faccio, menandomelo un pò con le mani.

Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak. Gerekli alanlar * ile işaretlenmişlerdir