Elisa riceve un regalo da Rocco

Elisa riceve un regalo da Rocco
Elisa geme e dimena il bacino ad ogni fitta di piacere godendo a fondo delle attenzioni che ha Rocco per lei senza cercare di porre limiti al piacere per prolungarlo. Lei si lascia prendere completamente dagli stimoli che riceve e lui è abile nel tenerla in un costante stato di piacere senza spingerla oltre, anche quando inizia a penetrarla con un dito spinto sempre più a fondo dentro di lei. A quel dito ne segue un secondo e poi un terzo.
Rassicurato dai gemiti di Elisa, Rocco prova a testare la sua dilatazione quando tre delle sue dita sono dentro di lei che ancora si ; il suo sguardo è stupito sia per ciò come lei prende le tre dita sia per come lei ha l’espressione del viso.
“Scopami adesso!” lo prega lei.
Rocco non risponde ma fa scivolare l’altra mano verso il proprio sesso, lo circonda e soddisfatto ne constata la nuova erezione. Forse non se lo aspettava neppure lui d’essere nuovamente pronto in così poco tempo, ma coglie l’occasione e la richiesta delirante di Elisa: sfila la mano dal sesso di lei e con l’altra guida il pene verso il ventre della ragazza, la penetra a fondo con una sola spinta.
Lei è talmente eccitata da essere completamente dilatata e fradicia.
Elisa inarca la schiena e mormora un lungo “Sì” con voce orgasmica, poi si lascia cadere distesa accogliendo passivamente i colpi sempre più intensi di Rocco.
Il piacere dipinto sul viso di Elisa incita Rocco a muoversi regolarmente dentro di lei, affondando sino ai testicoli nel ventre mentre le mani scorrono sul corpo accarezzandola ovunque. La afferra per i glutei, che sono scivolati oltre il bordo del letto, la solleva per sbatterla meglio, poi sposta le mani sul corsetto e raggiunge il seno scoprendolo prima di chinarsi per baciare i capezzoli turgidi.
Elisa inizia a seguire le mosse dell’uomo, gli va incontro quando affonda poi contrae il bacino quando lui vorrebbe ritirarsi, il corsetto si tende quando incava il ventre evidenziando le eccitanti forme del suo corpo. Si chiude intorno al suo pene quando lo ha dentro e geme sempre più intensamente finché, dopo un rantolo più intenso degli altri, inspira a fondo e solleva la schiena inarcandosi completamente.
Rocco la vede trattenere il respiro prima di esplodere in un lunghissimo gemito.
In preda all’orgasmo Elisa di dimena spingendo il pube sempre più contro Rocco, tanto che lui è impossibilitato a muoversi e la lascia godere rimanendo dentro di lei.
Le contrazioni ritmiche del ventre di Elisa, l’espressione del suo viso e i gemiti sono micidiali anche per lui che presto inizia a godere ancora una volta, ma stavolta, incurante delle conseguenze, dentro di lei.
L’uomo vorrebbe uscire, ritirarsi ed eiaculare fuori da Elisa, ma lei ha intrecciato le gambe dietro di lui e lo trattiene costringendolo a venirle dentro,
Terminata la follia del piacere totale lei crolla rilasciando la presa e Rocco ora può ritirare dal ventre di Elisa un pene oramai floscio e completamente svuotato. Si allontana mentre ancora dei lievi spasmi fanno contrarre Elisa. Deboli contrazioni che spingono fuori dal suo ventre un rivolo di seme che inizia a colare dalle labbra della vagina.
Rocco si siede sui talloni con lo sguardo fisso sul proprio seme che esce dal corpo di Elisa e rimane immobile sin che lei si solleva seduta. Anche Elisa nota lo sperma e lo studia per qualche istante, quindi scende dal letto e, sulle ginocchia, si avvicina a lui aprendosi per sistemarsi a cavallo delle gambe dell’amante che fa sollevare fino a trovarsi con il viso dinanzi al suo e lo bacia.
“Mi sei venuto dentro, hai visto? Ed ora?”
“Sì!” mormora lui
“Era questo che sognavi la prima volta che mi hai chiavata?
Lui tentenna poi ammette:
“Sì!
“Mi hai fatto godere, lo sai?” fa Elisa accarezzandogli la guancia.
“Davvero?” risponde lui.
“Sì!” ammette lei. Poi sorride facendo uno splendido sorriso e continua in tono scherzoso” Pensa se non ti avessi fatto venire prima, quanto me ne avresti messo dentro!”
Rocco sorride ed Elisa chiude gli occhi per qualche istante.
Poi li riapre e fissa quelli di Rocco “Mi piacerebbe provare, sai?”
“Provare cosa?” sussurra lui
“Sentire come mi riempi quando le hai piene di seme!” mormora lei accarezzandogli i testicoli

Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak. Gerekli alanlar * ile işaretlenmişlerdir